La pasta è nata a Termini Imerese!

La pasta è nata in Sicilia. Il suo luogo di origine è Termini Imerese. I ricercatori ci danno notizie di questo prodotto unico nella storia della scienza alimentare, fino dal 1154. E quindi da quando il geografo arabo Al Idrisi giro’ l’isola, scrivendo Il Libro di Ruggero, e così narrando le meraviglie della terra del sole e per conto del normanno Re Ruggero II di Sicilia. Questo fatto avvenne cento anni prima della nascita di Marco Polo,  per centinaia di anni considerato l’esploratore che – scopertala in Cina – la fece poi conoscere in occidente. Di questo mito secolare è rimasto poco nel luogo d’origine. Agli inizi del novecento a Termini Imerese c’erano ancora quarantacinque fabbriche, e tutte producevano pasta o macinavano il grano. Sulla carta stampata, di alcune aziende è rimasta indelebile traccia fino ad oggi.
 
ANTONINO RUSSO FU NUNZIO
Molini e  Pastificio – TERMINI IMERESE
 
“Non v’è chi non dica che le paste alimentari di Torre Annunziata e di Gragnano siano tra quelle di produzione italiana le supereccellenti; ed infatti non si può dire che tali prodotti siano da disprezzare; ma in omaggio alla giustizia ed alla verità, è dovereoso riconoscere che il luogo di origine di questa industria è la Sicilia e specialmente Termini Imerese, ove si fabbrica la pasta di pura semola senza ricorrere alle materie eterogenee di cui non tutte le Case produttrici di altri siti sono aliene dal miscelare le semole per la pasta medesima.
In riva al mare, ma poco lungi dalla Città e vicinissimo allo stabilimento termale, sorge in Termini Imerese un opificio di recente costruzione, ma che rappresenta il risultato di molti anni di lavoro e di attività. Esso appartiene alla ditta Russo, la quale sino dal 1875 esiste, ed ha saputo conquistarsi per la bontà dei suoi prodotti un posto invidiabile fra le Ditte esportatrici di paste alimentari siciliane.
E’ il solo stabilimento di Termini che unisca alla produzione di paste alimentari la macinazione dei cereali; questa produzione cumulativa porta il doppio vantaggio di avere una materia prima migliore, ed il prodotto eccellente.
Lo stabilimento è fornito di una motrice a gas povero di 30 cavalli, ed un macchinario esemplare, quali macine e semolatrici, impastatrici, torchi orizzontali e verticali e gramolatrici.
Il frumento adoperato, è il cosi detto duro di Sicilia, col quale si fabbrica dal Russo un unico tipo di pasta. Le specie poi variano a seconda delle richieste, e si va dalle sottili pastine alle paste lunghe, forate o scanalate.
Questi prodotti sono veramente degni della rinomanza che godono in Italia e particolarmente all’estero; nella cottura conservano la loro consistenza, hanno un sapore speciale gustosissimo e sono di facilissima digestione. Cio’ dipende anzitutto dalla qualita’ extra dei grani adoperati, e poi da un fatto importantissimo a sapersi. Lo stabilimento Russo sorge a non più di 100 metri dalle famose e miracolose Terme; una vena d’acqua termale passa proprio sotto l’edificio del Russo, il quale conoscendo i benefici effetti di queste acque volle adottarle per la pulitura e la bagnatura del grano.
Una pompa estrae continuamente quest’acqua minerale e calda, ed il grano s’imbeve e si appropria tutti gli elementi salutiferi dell’acqua, i quali vengono conservati poi nelle paste e nelle farine prodotte. Questo e’ un privilegio di cui nessuna fabbrica, non solo di Termini, ma forse del mondo, puo’ godere, privilegio dovuto al caso ed all’accortezza del Sig. Russo che volle accrescere una dote alle tante che vantano le sue paste, le sue farine. E’ provato infatti che le parti minerali assimilate alla pasta ed alle farine si trasmettono all’organismo, portandovi i medesimi benefici effetti delle acque bevute alla sorgiva.
Il conclusione, il perfezionamento dei prodotti dipende anche dall’abilita’ e perizia del Sig. Russo a cui sta sommamente a cuore che le sue paste e le sue farine vengano sempre ed ovunque apprezzate e dichiarate le migliori del genere. E per questo ottenere non guarda spese per dotare il suo stabilimento di quanto la scienza e l’arte introducono di nuovo e di opportuno per la fabbricazione ed il perfezionamento dei suoi prodotti.
Un’altra qualita’ degna di nota si riscontra in questo industriale: la modestia e la lealta’ tutta. Egli pur riconoscendo il vantaggio che hanno nelle esposizioni taluni generi, ritiene inutile tale vantaggio nella sua specialità, per la ragione cioe’ che il tipo che ordinariamente si espone, e’ un tipo fabbricato esclusivamente per l’occasione, il quale non si potrebbe produrre per l’uso comune e commerciale, quindi e’ in certo qual modo una turlupinatura per il pubblico, ed un sistema qualunque per poter fregiare la propria ditta di medaglie piu’ o meno meritate.
L’attività di Antonino Russo fu Nunzio si esplica anche in altri rami d’industria, ed infatti egli confeziona una specialita’ esclusiva di acciughe salate in scatole; a queste acciughe vien tolta la spina senza per altro aprirle, e sono di gusto prelibato.
E’ dunque un uomo degno di ammirazione poichè tanto è da lodarsi chi onora il proprio Paese nelle arti e nelle scienze, come chi dà vitale impulso all’industria e al commercio, creando intorno a sè il benessere materiale e morale dei suoi concittadini, e poi quello che supremamente interessa si è che col commercio e con la superiorità dei nostri prodotti, gli stranieri potranno aggiungere al nome di Sicilia Agricola quello di Sicilia Industriale”.
Fonte: http://www.nunziorusso.it/blog/dettaglio.asp?ID=27&idutente=120

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: